blog shbarcelona català   blog shbarcelona français   blog shbarcelona castellano   blog shbarcelona russian   blog shbarcelona português   blog shbarcelona   blog shbarcelona   blog shbarcelona
Quale quartiere scegliere a Barcellona

I barrios di Barcellona

Scritto da Roberta

Barcellona è suddivisa in 10 distretti, a loro volta suddivisi in 73 quartieri differenti. Se stai per viaggiare a Barcellona o cerchi una casa in affitto per stabilirti nel capoluogo catalano, in questo articolo di ShBarcelona ti diamo qualche informazione in più sui distretti più famosi della città.  

Articolo correlato: Trovare casa a Barcellona: ecco come fare!

Ciutat Vella, Eixample e Sants-Montjuïc

shbarcelona-quartieri

Foto via Pixabay

Questo distretto è considerato uno dei più antichi, il cuore della città, ed è per questo che gli si associa il numero 1, proprio in qualità di centro storico. Con ben 100.000 residenti, si colloca al terzo posto tra le aree più densamente popolate della città. Include i quartieri di El Raval, Gotico e Barceloneta. Inoltre, essendo nel cuore storico della città, in questo quartiere è possibile trovare diverse strutture architettoniche di significativa importanza, come Plaza Real, la Cattedrale di Barcellona e molti altri luoghi d’interesse culturale. Il distretto Eixample invece è il più popolato di Barcellona e di tutta la Spagna con 260.000 residenti. Verso la fine del 1.800 questo distretto era letteralmente la zona di espansione della città e la zona maggiormente soggetta a esperimenti di pianificazione urbana di tutta Europa, proprio a causa dell’espansione delle città e del decollo dell’industrializzazione. Oggi, è la residenza della classe alta della popolazione, inoltre racchiude le zone di passeggio e shopping più famose della città. Il distretto di Sants-Montjuïc è situato a sud-ovest di Barcellona e confina con la montagna del Montjuïc. È il terzo distretto più popoloso, con i suoi 180.000 abitanti, ma è solo al nono posto per densità di popolazione, proprio a causa della presenza delle montagne.

Les Corts, Sarrià-Sant Gervasi e Gràcia

Les Corts, al contrario, è il terzo distretto più piccolo sia per estensione che per popolazione. I centri di quartiere attorno a Les Corts de Sarria furono annessi a Barcellona nel 1899. Inoltre, è il fulcro finanziario di Barcellona e ospita il famoso stadio Camp Nou. Sarrià- Sant Gervasi non solo è il secondo distretto più grande per estensione, ma anche per reddito pro capite. È situato a nord-ovest, vicino alla Sierra de Collserola. Il ditretto di Gràcia invece, nonostante sia il più piccolo per estensione a Barcellona, è il secondo più densamente popolato, con i suoi 120.000 abitanti in 4,2 chilometri quadrati. Nonostante sia distante dal centro, dai locali e dalle principali attrazioni turistiche, in realtà possiede tutte le comodità di un quartiere tranquillo.

Articolo correlato: Miti e leggende su Barcellona

Sant Andreu e Sant Martì

shbarcelona-quartieri-barcellona

Foto via Pixabay

Il distretto di Sant Andreu ospita più di 170.000 abitanti. Questo distretto di Barcellona, uno dei meno conosciuti, è nato nel 1.984, quando il Comune di Barcellona creò i 10 distretti principali della città. La chiesa di Sant Andreu è uno degli edifici più significativi di questo distretto cittadino. Per quanto riguarda il distretto di Sant Martì invece, questo deve il proprio nome all’antica città di Sant Martì, che a sua volta prende il nome da San Martin de Provensals, il santo pratrono. È il secondo distretto più popoloso e urbanizzato, con ben 220.000 abitanti ed è conosciuto anche per la grande quantità di imprese e start-up che lo scelgono come sede delle proprie attività commerciali. Situato nella zona est di Barcellona, poggia sulla pianura che si affaccia proprio sul Mar Mediterraneo.

Horta-Guinardò e Nou Barris

Il terzo distretto più grande di Barcellona è Horta-Guinardò e il suo sviluppo è incentrato particolarmente sugli elementi fisici e topografici della zona. La sua superficie totale è di quasi il 12% del territorio di Barcellona, con circa 170.000 abitanti. Per quanto riguarda Nou Barris, questo distretto racchiude il maggior numero di etnie diverse poiché rappresenta la zona con maggiore immigrazione della città. Se hai voglia di cucina etnica, questo è il quartiere che fa per te. Inoltre, questo distretto è oggi una delle aree più convenienti in cui vivere a Barcellona.

Hai già visitato alcuni di questi quartieri? Quale preferisci?

Vota questo post

Circa l'autore

Roberta

Sono una traduttrice, con una laurea quinquennale in Dinamiche culturali e Mediazione linguistica. Nel mio tempo libero mi piace leggere, scrivere e, ogni volta che posso, viaggiare in tutto il mondo. Ed è per questo che mi piace scrivere articoli su Barcellona, una città dalle mille sfaccettature e piena di storia.

Lascia un commento