blog shbarcelona català   blog shbarcelona français   blog shbarcelona castellano   blog shbarcelona russian   blog shbarcelona português   blog shbarcelona   blog shbarcelona   blog shbarcelona
Visitare

Motivi per visitare il castello di Montjuïc

Scritto da Domenico

Il Castello di Montjuïc è un must tra le attività dei visitatori a Barcellona. L’impressionante struttura che troneggia sul capoluogo catalano ha un ruolo considerevole nella storia della città e di tutta la Catalogna. Costruito in cima alla collina di Montjuïc, il sito appartiene oggi alla città di Barcellona ed è aperto al pubblico per le visite. Le origini di fortezza militare e gli usi del passato come prigione e museo militare rendono il castello di Montjuïc interessante dal punto di vista storico, valore che di aggiunge alla vista alla spettacolare vista panoramica sulla città a 360°. Noi di ShBarcelona te ne parliamo in questo articolo.

Articolo correlato: Le cose migliori da fare intorno a Montjuïc

Un castello ricco di storia sulla collina di Montjuïc

Photo by maveric2003 via Visual Hunt / CC BY

Foto di maveric2003 via Visualhunt

Il Castello di Montjuïc data le sue origini nel 1600, quando era destinato ad essere una fortezza militare per difendere la città. Per i successivi 350 anni ha giocato un ruolo importante nella storia di Barcellona, in particolare intorno alla sconfitta catalana avvenuta intorno al 1700. Nel XX secolo, il castello di Montjuïc ebbe un ruolo nella guerra civile con le sue mura utilizzate per incarcerare i prigionieri politici. Successivamente fu convertito in un museo militare per ordine di Francisco Franco e inaugurato nel 1963. Infine, nel 2007, il castello passò nelle mani del Comune di Barcellona che lo rese proprietà municipale per gli abitanti della città. Un ottimo modo per sapere di più della storia del castello di Montjuïc è attraverso un tour guidato, che lo percorre per circa un’ora e mezza. Non solo comprenderai il significato storico della costruzione del castello, ma scoprirai di più anche circa la sua architettura e potrai vedere luoghi non facilmente accessibili a singoli visitatori, come la torre di guardia e la cisterna. Potrai anche godere dell’incredibile vista di Barcellona ed esplorare la bellezza della natura del sito attraverso i suoi giardini.

Articolo correlato: Motivi per visitare il cimitero di Montjuïc

Photo by andy_c via Visual hunt / CC BY

Foto di andy_c via Visualhunt

Il castello di Montjuïc ospita molte esposizioni temporanee a fianco di quelle permanenti, incluse le installazioni sugli sviluppi del castello e sulla storia della collina di Montjuïc presso il Centro di interpretazione di Montjuïc. Il castello è anche una sede della popolare Sala Montjuïc con il suo festival cinematografico all’aperto che ha luogo nel corso dell’estate. Il festival proietta film popolari, così come alcuni classici, che animano le meravigliose serate estive a cielo aperto. Il castello di Montjuïc è aperto ogni giorno dell’anno, ad eccezione dell’1 gennaio e del 25 dicembre. Gli orari di apertura sono dalle ore 10.00 alle ore 18.00 o 20.00, secondo la stagione, dunque meglio verificare sul sito se stai pianificando una visita. L’ingresso per adulti è di 5 €, con entrata ridotta di 3 € per bambini e anziani. L’entrata è gratuita ogni domenica dopo le ore 15.00. Puoi raggiungere il castello con i trasporti pubblici, con l’autobus 150 o con la funivia da Avinguda Miramar. Anche una piacevole passeggiata (un po’ ripida) può essere un’opzione, specie nei mesi in cui il clima è più favorevole, attraverserai gli splendidi giardini, compresi Joan Brossa e Mossén Cinto Verdaguer. È presente anche un grande parcheggio pubblico nei pressi dell’entrata del castello, a cui si può accedere da Carrer dels Tarongers.

                                  Hai già visitato il castello di Montjuïc? Cosa ne pensi?

*Foto di copertina di Otis Yang via VisualHunt

Vota questo post

Circa l'autore

Domenico

Mi chiamo Domenico Defrancesco, sono italiano e ho 25 anni. Vivo a Barcellona da maggio del 2015. Ho studiato lingue e letterature a Roma e adesso marketing e comunicazione. Sono appassionato di fotografia, arte, viaggi e amo scoprire sempre nuovi posti in città.

Lascia un commento