blog shbarcelona català   blog shbarcelona français   blog shbarcelona castellano   blog shbarcelona russian   blog shbarcelona português   blog shbarcelona   blog shbarcelona   blog shbarcelona
Vivere a Barcellona

Scopri il Museo Picasso con ShBarcelona

Scritto da Domenico

Uno dei gioielli dell’offerta culturale di Barcellona è il museo che colleziona i lavori dell’artista spagnolo Pablo Picasso. Nato nell’ottobre del 1881, nella regione di Malaga, Picasso crebbe per diventare uno dei pittori e scultori più famosi al mondo, co-fondatore del movimento cubista.

picasso barcelona

Photo by teadrinker via VisualHunt

Il Museo Picasso occupa cinque grandi case a schiera, costruite originariamente tra il tredicesimo e il quindicesimo secolo, con importanti lavori di ristrutturazione nel corso degli anni, e la più importante di queste nel diciottesimo secolo.

Il Museo Picasso aprì le sue porte nel 1963, espandendosi da una alle cinque case a schiera che occupa ancora oggi. La collezione del museo si compone di 4.251 opere, compresi i lavori relativi al periodo di formazione dell’artista. Le opere d’arte sono disposte nelle ventidue stanze che compongono il museo.

La collezione del museo iniziò con la donazione dell’Arlecchino nel 1919. Tredici anni dopo, il cosiglio comunale di Barcellona e la Generalità acquistarono la collezione Plandiura, contenente 22 opere di Picasso.

Fu Jaume Sabartés, amico e segretario di Picasso a proporre la creazione del museo che sarebbe stato dedicato solamente al lavoro dell’artista. La proposta venne accettata dal consiglio comunale e il Museo Picasso fu fondato a Barcellona il 27 luglio del 1963.

Articolo relazionato: Le gallerie più interessanti del Poble Nou

La collezione Sabartés

Il museo dovette essere aperto in origina sotto il nome di collezione Sabartés, dal momento che Picasso era apertamente contrario al regime franchista.

Furono molti gli artisti e i collezionisti a contribuire alla collezione odierna del museo. Nel 1963 Salvador Dalí donò Les Metamorphoses d’Ovide (1931). Nel 1966, il collezionista Sebastià Junyer Vidal donò 7 disegni di Picasso realizzati tra il 1899 e il 1904. Nel 1968, Picasso stesso donò Blue Portrait of Sabartés (1901) e 58 tele che costituiscono la serie Meninas (1957). Anni a seguire, nel 1970, l’artista fece una nuova donazione di 921 lavori della sua infanzia, fatto che permise al museo di espandersi.

Articolo relazionato: MACBA – Museo di arte contemporanea di Barcellona

Photo by rightee via VisualHunt

Altre donazioni significative vennero da Jacqueline Roque, moglie dell’artista, dalla galleria Louis Leiris, dalla fondazione Picasso-Reventós, da Lord Amulree e da Pablo Vilató Ruiz.

Il Museo Picasso ospita anche delle mostre attraverso lo scambio temporaneo di opere della propria collezione con quelle di altri musei.

Il Museo Picasso si trova in Carrer Montcada, 15-23, ed è aperto dal giovedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 19. Il miglior modo per raggiungere il museo è con i trasporti pubblici, utilizzando la metro fino a Arc de Triomf (L1), Liceu (L3), Jaume I (L4), o con uno dei seguenti autobus: 14, 17, 19, 39, 45, 51, 59 o 120.

Pianifichi un viaggio a Barcellona? ShBarcelona è disponibile per aiutarti a trovare i migliori appartamenti in città.

*Main photo by Kalense Kid via VisualHunt

Vota questo post

Circa l'autore

Domenico

Mi chiamo Domenico Defrancesco, sono italiano e ho 25 anni. Vivo a Barcellona da maggio del 2015. Ho studiato lingue e letterature a Roma e adesso marketing e comunicazione. Sono appassionato di fotografia, arte, viaggi e amo scoprire sempre nuovi posti in città.

Lascia un commento