Filtri
Mapa Barrios Mapa Barrios Sants Montjuïc Les Corts Eixample Sarrià - Sant Gervasi Ciutat Vella Sant Martí Gràcia HortaGuinardo SantAndreu NouBarris L'Hospitalet de Llobregat Esplugues de Llobregat Sant Just Desvern Sant Cugat del Vallès Cerdanyola del Vallès Montcada i Reixacs Sant Adrià del Besòs Santa Coloma de Gramenet
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Prezzo/Mese
0 A 0
Mapa Barrios Mapa Barrios Sants Montjuïc Les Corts Eixample Sarrià - Sant Gervasi Ciutat Vella Sant Martí Gràcia HortaGuinardo SantAndreu NouBarris L'Hospitalet de Llobregat Esplugues de Llobregat Sant Just Desvern Sant Cugat del Vallès Cerdanyola del Vallès Montcada i Reixacs Sant Adrià del Besòs Santa Coloma de Gramenet
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
- +
M2
0 A 0
abrir Ricerca avanzata
Ricevi alert
Filtri
Visualizza Mappa
Chiudi mappa
Disegna la tua area di ricerca
subir

Perché affittare un appartamento nel quartiere di La Sagrera, Barcellona?

Il quartiere di La Sagrera è situato nel distretto di Sant Andreu e deve il proprio nome a un’antica storia di grande umanità. La Sagrera è una zona di Barcellona che presenta un’alta densità di popolazione e dispone di tutti i servizi e i negozi di cui un residente può aver bisogno.

La Sagrera è un quartiere ideale per tutti coloro che decidono di affittare un appartamento nel distretto di Sant Andreu, dato che si tratta di una zona tranquilla, abitata soprattutto da famiglie e ben collegata con il centro di Barcellona.

Se hai già oppure avrai presto una famiglia, il quartiere di La Sagrera potrebbe interessarti poiché è un quartiere di Barcellona con un’ottima reputazione e prezzi abbastanza contenuti.

 

Scopri il quartiere di La Sagrera con ShBarcelona

Il nome del quartiere La Sagrera proviene da una storia che merita di essere raccontata. Nell’XI secolo la zona era destinata prevalentemente all’agricoltura, come la maggior parte dei terreni adiacenti all’antico centro di Barcellona.

Si racconta che all’epoca, i poveri contadini che lavoravano la terra vivevano nel terrore a causa dei latifondisti, i padroni delle terre che loro lavoravano, che li soggiogavano e maltrattavano frequentemente.

Per questo motivo, l’abate Oliva, un monaco benedettino considerato il padre spirituale della Catalogna, fece un patto con i proprietari terrieri per permettere ai contadini di avere un luogo in cui rifugiarsi se avessero avuto bisogno di protezione. Questo luogo era uno spazio con un’ampiezza di 30 passi intorno alle mura della chiesa.

Lì i contadini potevano depositare sia il proprio raccolto che quello dei parroci e trovare protezione dalle aggressioni e dai maltrattamenti dei latifondisti. Questi spazi si chiamavano sagreres, ed è proprio da questa parola che il quartiere prende il proprio nome, La Sagrera. Il quartiere oggi è una zona con molti servizi, grandi zone commerciali e ben collegata con altre aree di Barcellona mediante un’efficiente rete di trasporti pubblici.

Per quanto riguarda il mercato immobiliare, nel quartiere è possibile trovare una grande varietà di abitazioni, da appartamenti di medie dimensioni, tra i 60 e 90 metri quadri, fino a piccoli monolocali ideali per una persona o case grandi per famiglie numerose.

I prezzi non sono eccessivi se paragonati a quelli di altre zone di Barcellona. Si tratta di un quartiere ideale per tutte quelle famiglie che non vogliono destinare gran parte delle proprie risorse economiche all’affitto di un’abitazione.

 

Cosa vedere nel quartiere di La Sagrera, Barcellona

Un luogo da visitare nel quartiere di La Sagrera è Plaza de Masadas, situata nella zona più antica del quartiere e circondata da portici che la rendono molto caratteristica. Senza dubbio, è il punto nevralgico e cuore pulsante del quartiere.

Vicino alla piazza sono presenti alcuni negozi e bar dov’è possibile bere qualcosa all’aria aperta senza doversi preoccupare delle auto, che non sono ammesse né nella piazza né nelle strade adiacenti.

Este sitio web utiliza cookies propias y de terceros para recopilar información con la finalidad de mejorar nuestros servicios, así como el análisis de sus hábitos de navegación. Si continua navegando, supone la aceptación de la instalación de las mismas. El usuario tiene la posibilidad de configurar su navegador pudiendo, si así lo desea, impedir que sean instaladas en su disco duro, aunque deberá tener en cuenta que dicha acción podrá ocasionar dificultades de navegación de página web.